Ricerca Avanzata
abbiamo trovato 0 risultati
Risultati della ricerca

Vendita edifici e certificazione energetica (A.P.E. )

25 Marzo 2016
| news
| 0

Acquistare o vendere un immobile richiede la revisione di numerosi documenti in possesso del venditore che, all’atto notarile, devono essere trasferiti al nuovo proprietario e devono corrispondere a quanto previsto dalla legge.

La Certificazione Energetica rientra tra questi documenti e, nonostante le modifiche normative che si succedono negli anni, nei casi di

  • Compravendita e trasferimento a titolo oneroso,
  • affitto di edifici o singole unità immobiliari,
  • trasferimenti a titolo gratuito o donazioni,
  • annunci di vendita o affitto di proprietà immobiliari,
  • termine dei lavori di edifici di nuova costruzione,
  • ristrutturazione che interessa oltre il 25% dell’involucro di un edificio,
  • riqualificazione di un edificio,

va aggiornata secondo le indicazioni di legge.

Nel dettaglio, prima dell’inizio di una trattativa, in caso di compravendita, il proprietario dell’immobile è tenuto  a far redigere, a sue spese, l’attestato (A.P.E.) e comunicarlo all’acquirente, nonché consegnarglielo in seguito alla vendita e al momento di passaggio di proprietà. Importante, in questa fase, essere a conoscenza del fatto che durante la vendita deve essere apposta una clausola ben determinata nella quale il compratore dichiara di aver ricevuto la documentazione riguardante la prestazione energetica dell’immobile, tutte le informazioni e l’attestato, che deve essere allegato al contratto di vendita.

Se un proprietario è inadempiente in merito alla documentazione A.P.E, rischia una sanzione pecuniaria che va da € 3.000 a € 18.000 ma, non si può dichiarare nullità dell’atto notarile a causa della mancata allegazione della documentazione.

Per quel che riguarda invece la pubblicazione di annunci di vendita o di affitto di immobili, devono essere indicata e tutte le informazioni riguardanti la prestazione energetica globale, la prestazione energetica dell’involucro e la classe energetica corrispondente dell’immobile.